Circolo Golf Piandisole » IL PERCORSO

IL PERCORSO

PERCORSO DI 9 BUCHE CON DOPPIE PARTENZE, M. 5.023, PAR 68, S.S.S. 67

CLICCA SUL NUMERO DELLA BUCA PER AVERE IL DETTAGLI

percorso

Fra le buche più caratteristiche segnaliamo la 6 e la 9. La prima è un ripido par 3 in salita; dal tee occorre davvero un bel colpo per raggiungere il green completamente piatto. L’ideale per esprimere potenza e precisione. La 9 è senza dubbio la buca più difficile del campo. Par 4 di 372 metri con dog-leg, esige un gran drive per avere una buona visuale al green che è ben difeso da tutti i lati da 3 bunker e ha 2 piani molto sfasati; per questo può divenire fondamentale piazzare l’approccio sullo stesso piano della bandiera.

1/10
Dog Leg a destra. Piazzare il primo colpo leggermente sulla sinistra in modo da poter avere la visuale libera per il secondo colpo al green che è circondato da tre bunker.
2/11
Par 3 corto ma insidioso. Attenzione ai bunker davanti al green e al grosso dislivello subito dietro.
3/12
Buca molto delicata. Attenzione a non aprire il primo tiro a causa di un insidioso fuori limite sulla destra. Approccio delicato a causa dei numerosi dislivelli vicino al green e al fuori limite dietro.
4/13
Par 3 delicato in discesa. Attenzione al fuori limite sulla destra e i due bunker a sinistra del green.
5/14
Par 4 in salita. Piazzare il primo colpo a centro Fairway stando attenti al fuori limite a sinistra e a destra. Secondo colpo al green stando attenti al dislivello sulla destra e ai due bunker di protezione.
6/15
Par 3 in salita. Occorre un tiro preciso e potente per raggiungere il green piatto. Attenzione al crepaccio appena davanti al tee e al dislivello sulla destra che porta verso un pericoloso fuori limite.
7/16
Par 5. Attenzione sul primo tiro ad un piccolo ostacolo d’acqua frontale e ad un bunker sulla sinistra Il secondo tiro richiede estrema precisione di gioco così come l’approccio al relativamente piccolo e ben protetto green.
8/17
Par 4, corto ma delicato. Attenzione al dislivello e al bunker sulla destra. Sul secondo tiro prestare la massima attenzione a un grosso albero in centro Fairway e ai due bunker posti a protezione del green.
9/18
E’ la buca più difficile del campo. Dog Leg a destra che esige un gran drive per avere una buona visuale al green che è difeso da tre bunker e da un fuori limite dietro e a destra.